Prenota la verifica periodica Tel 091 7656370

Metrologia Legale

Tarature e verifica periodica su strumenti per pesare AWI e NAWI (Bilance automatiche MID e non automatiche)
Verifica periodica su distributori di carburante (Nazionali e MID).
Controllo e taratura masse.
Taratura dei termometri.
Taratura Manometri

Verifica bilance automatiche MID

Le bilance automatiche si distinguono principalmente in:

Selezionatrice  ponderali

Riempitrici Gravimetriche

Per bilance automatiche si intende lo strumento che pesa senza l’intervento di un operatore e che segue un programma predeterminato di processi automatici caratteristico dello strumento.

questi strumenti denominati “AWI (automatic catchweighing instrument)” hanno due tipi di di approvazione
tipo europeo (MID) e nazionale (Decreto Ministeriale)
con il nuovo decreto la periodicità della verifica viene uniformata come indicato sulla tabella in calce.

si suddividono nelle seguenti categorie:

Selezionatrice ponderale a funzionamento automatico
Strumento per pesare automatico che determina la massa di carichi discreti (per esempio, preconfezionati) o di singoli carichi di materiale sfuso.

Dosatrice ponderale di controllo a funzionamento automatico
Selezionatrice ponderale a funzionamento automatico che ripartisce inoltre gli oggetti di massa differente in uno o più sottoinsiemi, in funzione del valore della differenza tra la massa dell’oggetto e un punto di selezione nominale.

Etichettatrice di peso
Selezionatrice ponderale a funzionamento automatico che appone ai singoli articoli l’etichetta con l’indicazione del peso.

Etichettatrice peso/prezzo
Strumento per pesare a funzionamento automatico che appone ai singoli articoli l’etichetta con l’indicazione del peso e informazioni sul prezzo.

Riempitrice gravimetrica automatica
Strumento per pesare a funzionamento automatico che riempie contenitori con una massa predeterminata e virtualmente costante di prodotto in grani.

 

La verifica periodica

Con il Decreto del 21 aprile 2017 n.93 il entrato in vigore 18 SETTEMBRE 2017 la verifica periodica può essere svolta solo dai Laboratori privati autorizzati dalla Camera di Commercio e successivamente dall’ente Accredia. La verifica periodica degli strumenti di misura è obbligatoria per tutti coloro che  determinano il prezzo della merce sulla base del peso. Si esegue ogni anno o due (vedi tabella in calce), salvo che la bilancia non venga riparata e quindi i sigilli rimossi. In questo caso l’utente metrico deve richiedere entro dieci giorni dalla riparazione, una nuova verifica periodica al Laboratorio tramite una richiesta scritta ( che troverete nella sezione modulistica) o contattandoci ai numeri indicati. Devono essere verificati tutti gli strumenti omologati sia elettronici che meccanici che vengano utilizzati nelle transazioni commerciali. Se la verifica avrà esito positivo , verrà apposto sulla bilancia un contrassegno verde che riporta mese e anno di scadenza, se lo strumento non risulterà conforme agli errori massimi permessi previsti dalla normativa, allora verrà apposto un contrassegno rosso che ne vieta l’uso fino alla necessaria riparazione ad opera di riparatori autorizzati. La verifica periodica eseguita dal Laboratorio si sostituisce in tutto e per tutto a quella eseguita dagli Ispettori Metrici. All’utente non è richiesta alcuna comunicazione alla CCIAA di appartenenza, in quanto è competenza del Laboratorio Metrico comunicare alla CCIAA interessata l’esito di ogni verifica con apposito verbale.

Obblighi dei titolari degli strumenti


  • Il titolare dello strumento metrico deve richiedere la verifica dello strumento almeno 5 giorni prima della scadenza della precedente verifica oppure entro 10 giorni dalla riparazione dei propri strumenti se la riparazione ha comportato la rimozione dei sigilli fisici o elettronici.
  • Il titolare dello strumento ha l’obbligo di comunicare alla Camera di Commercio di competenza la messa in servizio dello strumento entro 30 giorni dalla stessa e  l’eventuale dismissione degli strumenti non più utilizzati;
  • Al titolare degli strumenti metrici, verrà rilasciato in sede di verifica periodica, un libretto metrologico, in cui verranno riportati gli interventi eseguiti sullo strumento ( riparazione, verifiche periodiche, cambio dati utente). Il titolare ha l’OBBLIGO di preservare e custodire tale libretto che verrà reso disponibile alle forze dell’ordine, ai laboratori per la verifica periodica e ai riparatori autorizzati.
  • Il titolare dovrà mettere a disposizione del Laboratorio tutta la documentazione in suo possesso a corredo dello strumento.
  • Il titolare della bilancia, qualora si renda conto che lo strumento mostra un palese errore durante le pesature, deve richiedere una verifica al Laboratorio autorizzato , ogniqualvolta lo ritenga necessario, dunque anche prima della data riportata sul contrassegno applicato.

Che tipo di bilancia utilizzare?

Spesso un commerciante utilizza strumenti non adatti all’uso, questo comporta non solo una sanzione pecuniaria ma anche una notevole perdita di denaro, poiché lo strumento che state utilizzando non è idoneo alla merce  pesata. Di seguito una tabella che può aiutarvi a scegliere lo strumento giusto.

La bilancia da utilizzare in funzione della merce commerciata:

Divisione della bilancia Prodotti sfusi commerciati
ATTENZIONE! La divisione della bilancia è riportata nella targhetta metrica indicata con la lettera “d”.

Quando richiedere la verifica?

Periodicità della verifica:

Bilance automatiche Un anno
Bilance automatiche altri usi Due anni
ATTENZIONE: Le bilance vanno verificate ogniqualvolta vengano rimossi i sigilli a seguito di riparazione;
Ed infine ricordatevi di affidarvi a tecnici e laboratori autorizzati che possano garantirvi l’affidabilità dei controlli effettuati!